I minatori di Ethereum organizzano una „dimostrazione di forza“

I minatori di Ethereum organizzano una „dimostrazione di forza“ contro EIP-1559

Per protestare contro l’imminente implementazione di EIP-1559, alcuni minatori di Ethereum si stanno organizzando per reindirizzare la potenza di hash ad un pool 1559-opposto per 51 ore.

Alcuni minatori di Ethereum stanno cercando di raccogliere sostegno per una dimostrazione di forza per mostrare la loro opposizione all’imminente attuazione di EIP-1559.

Sullo sfondo di tariffe Ethereum sempre più alte, la proposta di miglioramento di Ethereum cerca di sostituire l’attuale Bitcoin Revolution mercato delle tariffe basato sulle offerte della rete con un prezzo fisso e un meccanismo di combustione.

Tuttavia, EIP-1559 – che dovrebbe entrare in vigore a luglio, avrà un impatto significativo sulle entrate dei minatori. Alcuni analisti stimano che i minatori di Ethereum potrebbero perdere fino al 50% dei loro profitti.

Per segnalare la loro opposizione alla proposta, alcuni minatori di Ether stanno pianificando una dimostrazione di forza di 51 ore per il 1° aprile. I minatori intendono dirigere il loro tasso di hash al pool 1559-opposto, Ethermine, per 51 ore il 1° aprile. Alcuni apparentemente sperano di sfruttare più del 51% del tasso di hash.

Per scopi educativi, spostiamo collettivamente il nostro hash su https://t.co/6osh2Op6yl il 1° aprile per 51 ore. @etherchain_org @BitsBeTrippin @SonOfATech @maxvoltage @SavageMine @VoskCoin @Nemisist2 @notyournormalm1 @BrandonCoin1 @GuntisVitolins #eip1559 #stopeip1559 #Ethereum
– Red Panda Mining (@RedPandaMining) 7 marzo 2021

Se questo avesse successo, il pool comanderebbe abbastanza potere di mining per apportare modifiche unilaterali al protocollo della rete.

In un video trasmesso in diretta il 9 marzo, il popolare YouTuber „Bits Be Trippin'“ ha discusso il previsto reindirizzamento dell’hash-power, descrivendo la mossa proposta come una benevola „dimostrazione di forza“:

„Parte dell’esposizione al rischio qui non è di attaccare la rete, è di mostrare che la proiezione della forza è possibile“.

Lo YouTuber ha cercato di placare le preoccupazioni che Ethermine potrebbe il ritrovato potere di hash per attaccare la rete, sostenendo che „non c’è alcun incentivo“ per loro a farlo.

„Ciò che dimostra è che se si ha un disallineamento degli incentivi, si può mettere la rete in una posizione in cui un aspirante attaccante potrebbe mettere un punto di prezzo là fuori, pagare molto di più per quell’hashpower che è appena stato buttato fuori, e ora si ha una situazione in cui si potrebbe avere un doppio-spese o un blocco riorganizzato“, ha detto.

Il 5 marzo, Cointelegraph ha riferito che gli sviluppatori del nucleo di Ethereum hanno annunciato che EIP-1559 sarebbe stato implementato a luglio. Molti sostenitori di Ethereum al di fuori del settore minerario hanno celebrato la notizia.

Sta accadendo – EIP-1559 è ufficialmente previsto per luglio. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato duramente per far sì che questo accada. https://t.co/kYLEjZiLeD
– Hasu (@hasufl) 5 marzo 2021

Oltre a tenere sotto controllo le tasse, parte del fascino della proposta è che potrebbe finire per abbassare l’offerta di Ether

Apparendo sul podcast di Tim Ferriss ieri, il co-fondatore di Ethereum e co-autore di EIP-1559, Vitalik Buterin, sottolinea che il meccanismo di combustione della proposta potrebbe portare alla distruzione di più Ether che alla creazione – creando una dinamica rialzista per Ethereum:

„Se la domanda di utilizzare Ethereum è abbastanza alta, allora ci sarebbe effettivamente più ETH distrutto che creato. E così la battuta che a volte farei è, se Bitcoin sa che se l’offerta fissa è denaro sano, allora se hai un’offerta decrescente, questo ci rende del denaro ad ultrasuoni?“

Analisi precedenti hanno stimato che più di 1 milione di Ether sarebbe stato bruciato tra l’ottobre 2019 e l’ottobre 2020 se EIP-1559 fosse stato attivo in quel momento – pari a circa l’1% dell’offerta circolante del crypto asset.